Crea sito

12 agosto 1969 Irlanda del Nord, la battaglia del Bogside di Fabio Bellan

12 agosto 1969, la comunità nazionalista di Derry/Londonderry scende in strada a difendere il Bogside, il quartiere cattolico/repubblicano dalle incursioni delle forze di sicurezza, alle quali si aggiungevano i protestanti/unionisti.

Tre giorni di scontri e barricate, diverrà famosa come la battaglia del Bogside.

La violenza si diffuse nelle sei contee dell’Ulster, ed ancora oggi viene vista come l’inizio dei Troubles, così vengono chiamati gli anni che vanno dal 1969 al 1998, quando con gli Accordi del Venerdì Santo sarà siglato l’inizio di un “processo di pacificazione” che ancora oggi non si è concluso. 

In quei giorni di scontri solo per caso non ci furono morti, i feriti sono stimati sopra il migliaio. 

Dopo questi fatti i soldati britannici rimetteranno piede in Irlanda del Nord e ci resteranno per circa quarant’anni. Anni di scontri, di guerra civile, di esplosioni, di omicidi, di carcerazioni e di tragedie che andranno a colpire entrambe le comunità, quella cattolica/repubblicana e quella protestante/lealista.

L’arrivo dei soldati britannici, originariamente inviati come dei pacificatori tra le due comunità in lotta da parte della Corona inglese, dapprima ben visto dalla popolazione sarà poco dopo interpretato invece come un’occupazione da parte dei cattolici/repubblicani e come una nuova forza repressiva da parte di entrambi gli schieramenti in contrapposizione, a differenza del pensiero comune che troppo spesso vede i lealisti collusi con le forze di sicurezza britanniche, che invece usavano sempre il vecchio metodo del “divide et impera”.

Anche i lealisti subiranno carcerazioni, omicidi e repressione da parte delle forze armate di Sua Maestà. 

Dalla battaglia del Bogside,  comincia una guerra civile che porterà alla formazione del Provisional IRA, generata da una scissione tra “politici” ed “interventisti” da parte repubblicana, e dell’Ulster Defence Association da parte lealista, mentre l’IRA Official continuerà su una strada più politica rivolta verso il marxismo e l’Ulster Volunteer Force lealista, fondata agli inizi del secolo, era tornata operativa già da qualche anno. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: