Crea sito

A proposito di omofobia di F.Bellan

A proposito di omofobia
Il 17 maggio in occasione della giornata contro l’omofobia, ci sono stati i consueti appelli dei soliti personaggi del teatrino politicamente corretto contro le discriminazioni, ed in favore di legislature adeguate. 
Premesso che esistono già leggi in tutela del cittadino in proposito di minacce, violenze e di tutte le situazioni del caso, e che ognuno è libero di vivere la propria vita come gli pare, non si capisce perché dovrebbero venire emanate ulteriori leggi. O meglio, si capisce benissimo, è la solita campagna in favore di quella “società aperta” tanto cara ai Soros, alle lobbies e a certi poteri forti. 
Un altro valido motivo per cui una legge del genere mi trova contrario lo riassumo in breve, parlando di fatti accaduti; come l’invenzione totale di un episodio di “omofobia”, quando invece si trattava delle presunte vittime, alterate dall’alcool o da qualcos’altro, che avevano cominciato per prime, in una situazione dove nulla c’entravano gli orientamenti sessuali di ognuno dei coinvolti. 
Vista la grancassa mediatica e politica sollevata, nell’occasione, non oso pensare quel che potrebbe accadere con leggi create appositamente, anche nel caso che si riuscisse a stabilire la verità, cosa accadrebbe, intanto, a chi da innocente si ritroverebbe ad essere giudicato come imputato? 
Come ho già scritto, ognuno è già tutelato dalla legge, da quella legge che dovrebbe essere uguale per tutti, anche se sappiamo benissimo, anche per esperienza diretta, che quella frase presente nei tribunali troppo spesso non corrisponde alla realtà. 
Ci sono già leggi come la Scelba e la Mancino, che non avrebbero motivo di esistere, leggi che colpiscono le opinioni e che sono state fatte e usate politicamente, non ne servono di ulteriori: perché servirebbero a questo, a colpire chi non la pensa in quel modo politicamente corretto, che ci vuole imporre la cosiddetta ” società civile “.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: