Crea sito

Brescia, muore 5 giorni dopo il vaccino Moderna. Bloccati i funerali: il medico chiede l’autopsia

Vaccinato a domicilio con Moderna muore dopo 5 giorni. Un uomo di 80 anni ha perso la vita ad Alfianello, in provincia di Brescia. E ora la dottoressa che aveva iniettato il vaccino anti Covid martedì scorso ha chiesto l‘autopsia. Come riporta il Giornale di Brescia, si tratta del primo caso nel Bresciano di esame autoptico disposto dal medico di medicina generale per escludere una possibile correlazione tra il vaccino e il decesso. Non sono stati sufficienti i tentativi di rianimazione portati avanti domenica pomeriggio. L’uomo è morto.

Bloccati i funerali

Mentre la famiglia era pronta a celebrare i funerali, tutto è stato sospeso dalla richiesta dell’autopsia. «La dottoressa non ha voluto firmare il certificato perché sostiene che si deve escludere un legame di causa ed effetto tra la morte e il vaccino – ha spiegato il figlio dell’ottantenne al Giornale di Brescia –. È stata lei martedì scorso a somministrare a domicilio il vaccino Moderna a mio papà e ci ha detto che vuole essere certa che non vi sia alcuna correlazione con il decesso». E poi prosegue: «Siamo molto provati. Noi crediamo che il papà abbia avuto un infarto. Certo, non possiamo sapere se la vaccinazione c’entra, anche se credevamo che a dare problemi fosse un altro vaccino e non quello somministrato a nostro padre. Ci avevano detto che con Moderna non c’ erano mai stati problemi ed eravamo tranquilli. Adesso, questa tegola. Abbiamo annullato il funerale ed anche la prenotazione per la cremazione e rimaniamo in attesa».

Gli eventi avversi

Tra il 27 dicembre 2020 e il 26 marzo 2021, per i tre vaccini in uso nella campagna vaccinale in quel periodo (Moderna, Astrazeneca, Pfizer), ci sono state 46.237 segnalazioni di effetti collaterali su un totale di 9.068.349 dosi somministrate. Il 92,7% sono eventi non gravi, che si risolvono completamente, come dolore in sede di iniezione, febbre, astenia e stanchezza, dolori muscolari. Mentre il 7,1% del totale hanno destato maggiore preoccupazione ed è stato necessario un supporto medico.

Morta dopo il vaccino AstraZeneca, la Procura apre un’inchiesta

La Procura di Oristano ha aperto un’inchiesta per far luce sulla morte improvvisa di una settantenne di Cuglieri deceduta alcuni giorni dopo avere effettuato la vaccinazione con il siero AstraZeneca. Lo rivela il quotidiano L’Unione Sarda, secondo il quale la sostituta procuratrice Silvia Mascia conferirà oggi l’incarico al medico legale per effettuare l’autopsia. L’inchiesta è stata aperta dopo l’esposto dei familiari della donna.

Solo con l’esame autoptico si potrà stabilire l’esatta causa della morte e sapere se vi sia un’eventuale legame con la somministrazione del vaccino o se il decesso sia legato ad altri fattori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: