Crea sito

Di giorno in giorno, sempre peggio: l’Italia alla rovescia di F.Bellan

Lunedì 27 luglio, sì può continuare a dire che andrà tutto bene, scimmiottando lo slogan politicamente corretto propinatoci da quest’ammasso di politicanti & cialtroni, che compone la cosiddetta “società civile”.

In Friuli Venezia Giulia intercettati in mattinata una cinquantina di immigrati provenienti dalla rotta balcanica, a La Spezia una donna è stata violentata mentre sì trovava in un parco per fare jogging, a Ostia, Roma, un rom cercava di vendere le prestazioni sessuali di un bambino sul lungomare, proponendolo a chi sì apprestava a passare una giornata al mare, in Sicilia intercettata un’imbarcazione d’immigrati camuffati maldestramente da turisti. 

Queste le notizie di un lunedì mattina di fine luglio, mentre è di ieri la notizia che a Ventimiglia, in Liguria, un’altra località passata alle cronache per le conseguenze dell’immigrazione selvaggia che si sta riversando sulla nostra terra, la spiaggia è stata oggetto di un blitz dell’esercito. I militari sì sono riversati sul lungomare tra i bagnanti per controllare che non ci siano assembramenti per l’emergenza Covid. 

Sembra una barzelletta, invece è la triste realtà italiana, mentre le frontiere sono incustodite ed i flussi migratori continuano incessantemente, anche da gente risultata infetta, questi mandano l’esercito nelle spiagge tra i bagnanti per far rispettare il ” distanziamento sociale”.

Invece di fronteggiare quella che appare sempre più un’invasione, e le sue conseguenze, spaccio di droga, stupri, sfruttamenti di ogni genere, c’è chi continua, intanto, a cercare d’introdurre quelle leggi sull’omofobia e sulla questione gender, che sono in antitesi con l’ordine naturale, e che servono esclusivamente a privilegiare una minoranza fattasi lobby. 

Sono gli stessi che blaterano di accoglienza, tolleranza e buonismo a senso unico, agitando lo spauracchio antirazzista, sono gli stessi che magari si indigneranno domani per l’arresto del rom che voleva vendere un bambino di due anni come oggetto sessuale, sono gli stessi che invocano la repressione per il “pericolo fascista”, che plaudono sentenze di condanna assurde e campate in aria, sono quelli dell’ ipocrita ” andrà tutto bene ” con tanto di bandiera arcobaleno, sono quelli che stanno sostituendo la giustizia sociale con i cosiddetti “diritti civili”, sono quelli che al diritto di una vita dignitosa per tutti preferiscono garantire privilegi a qualsiasi minoranza, e sono anche quelli che sull’immigrazione si fanno i loro business. 

L’Italia funziona alla rovescia: andrà tutto bene? Andate a cagare! 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: