Crea sito

Ennesimo show degli accoglienti buonisti. di F.Bellan

Lunedì a Roma in piazza San Silvestro, l’ennesimo show degli accoglienti buonisti, tra i mattatori i soliti volti dalla Bonino a Saviano, dalla Boldrini a Manconi, da esponenti piddini a quelli renziani, con l’ausilio di quelle associazioni “impegnate” sul campo. 

La loro campagna va inquadrata nell’ottica più accoglienza & più “profughi”, in linea con la politica di quella ” società aperta ” sponsorizzata da Soros & co., e, come campagna elettorale anti-Salvini per quanto riguarda l’aspetto politichese dell’iniziativa. 

Intanto l’Italia attraversa una crisi senza precedenti, grazie ad una classe politica d’incapaci, composta da dilettanti allo sbaraglio e da politicanti di professione, lo spettacolo deve continuare, meglio gettare fumo negli occhi e mobilitarsi con manifestazioni in nome di quell’accoglienza, dietro cui si celano svariati business. 

Dov’erano e dove sono tutte queste “anime belle” quando le donne italiane vengono violentate, e magari fatte a pezzi e smembrate, dove stanno quando la violenza e la prevaricazione vanno a colpire i nostri connazionali? Tutti in silenzio, ipocriti e complici, pronti ad aprire bocca solo per giustificare o per farneticare menzogne agitando lo spauracchio di un razzismo inesistente. Non è la prima volta che viene detto, ma va sempre bene ribadirlo. 

Questa è la loro “società civile”, questa è la loro società aperta: sta solo in noi metterci in campo per ricostruire quell’opposizione che è scomparsa da tempo, lasciando spazio ad una campagna elettorale perenne effettuata in nome del politicamente corretto. 

La rivendicazione della giustizia sociale e dell’identità nazionale, è la base da cui cominciare, prima che una ” nuova forza antisistema” venga identificata dalla gente, come accadde con i 5 stelle, per un’altra operazione sporca, come quella di cui siamo stati testimoni, ed abbiamo visto come è andata a finire: con un branco d’incompetenti e di cialtroni con il culo attaccato alle poltrone, sono quelli che dovevano “aprire il parlamento come una scatoletta di tonno”, stiamo assistendo ai loro nefasta ” opera” giorno per giorno. 

Dopo la notizia dell’esercito in spiaggia a Ventimiglia per il controllo del “distanziamento sociale”, in rete gira un comunicato della Difesa in cui si giustifica la presenza dell’esercito in spiaggia per un non precisato servizio giornalistico. 

Stavano a farsi uno spot pubblicitario? Ogni giorno assistiamo ad una cazzata governativa, ma quanto costano le loro cazzate al contribuente? Dai silenzi dopo lo scandalo della magistratura, al fidanzato che gioca in borsa, dalle gaffe della Farnesina, ai banchi con le rotelle per le scuole, ed ora quest’ultima notizia. 

Un governo di DJ e bibitari, sembra la pubblicità di un circo, la donna cannone, nani e ballerine, il governo dellla generazione del grande fratello ” accompagnato ” da politicanti professionisti guarda caso di sinistra: i loro brillanti risultati sono sotto gli occhi di tutti. 

Oggi la linea è fin troppo evidente, da un lato la casta con chi vuole ridurre sempre peggio l’Italia, dall’altra un vuoto da riempire, con chi non ha rinunciato a sognare un mondo migliore. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: