Crea sito

Foibe, continua il recupero dei corpi nel goriziano.di F.Bellan

L’Unione degli Istriani annuncia che in questi giorni si stanno effettuando le operazioni di recupero e catalogazione dei resti delle vittime dalla foiba di Zalesnika, nei pressi di Ternova della Selva, nella zona slovena del Goriziano.

Conosciuta ed esplorata da tempo da ricercatori e speleologi coordinati dal presidente della Commissione di Stato slovena per l’individuazione delle fosse comuni, nella cavità ci sono i resti di infoibati italiani e sloveni, i primi prelevati da Gorizia e dintorni nel maggio 1945, durante i 42 giorni di occupazione della città da parte delle bande comuniste di Tito, alleate della “resistenza” italiana, del Regio Esercito, di inglesi e americani.

Nei prossimi giorni, in una conferenza stampa, verranno resi noti tutti i dettagli dell’operazione. I ricercatori hanno incrociato dati e testimonianze dell’epoca, quindi possono ben che tapparsi la bocca quanti negano i massacri e gli omicidi attuati dalle bande comuniste nei confronti degli italiani e degli anticomunisti croati, serbi e sloveni. Compreso quello scrittore sloveno che ha definito le foibe come una balla dopo aver appena ricevuto un’onorificenza dal presidente di questa repubblica “nata dalla resistenza”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: