Crea sito

IGNAZIO CORRAO: UN NOME DA RICORDARE .di A.Sinagra

Lo sconosciuto Corrao Ignazio, eletto fortunosamente deputato (come tutti i 5Cosi), pare che avrebbe dichiarato che i partecipanti alla pacifica manifestazione del 5 settembre a Roma in Piazza Bocca della Verità, per protestare contro la volgare e strumentale “dittatura sanitaria” e le violenze governative, andrebbero tutti “schedati”.                     L’individuo in questione deve sapere che la parola “schedatura” (avrà sentito la parola in famiglia) evoca uno strumento tipico dello Stato di Polizia, o regimi comunque autoritari e violenti, che lui evidentemente auspica.                                                      Questo individuo (del quale non si sa in che lingua si esprime – se mai ha parlato – al Parlamento europeo), di origini siciliane, é un insulto alla storia, alla cultura, alla civiltà del grande Popolo di Sicilia.                          Quel che ha detto è un “mix” di violenza becera, di violenza, di prepotenza, di prevaricazione, di poca intelligenza, che non merita l’onore di una risposta.                            Forse meriterebbe solo due democratici calci nel culo.                      Ma non è questo quel che importa: questo individuo, che pure insulta l’etica e l’estetica, fa parte di quel “partito” – i 5Cosi – che vuole il taglio dei parlamentari.                                       Ecco, al momento di votare SI o NO al referendum del 20 settembre prossimo, teniamo a mente anche questo nome per trarre giusta ispirazione al momento del voto: Corrao Ignazio.                Ad oggi i NO sono in netto vantaggio e in crescita: vincerà il Popolo italiano, non questa squallida casta dei 5Cosi.                                        Non praevalebunt!                                     AUGUSTO SINAGRA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: