Crea sito

Il Governo del ”faremo, vedremo, dovremo e provvederemo”

Il Governo del ”faremo, vedremo, dovremo e provvederemo” pensa a tutto fuori che alle cose serie. Adesso spunta un’ipotesi sul tavolo del consiglio dei ministri, di istituire un bonus vacanza di 500 euro a famiglia, con reddito complessivo da 7500 a 25000 euro lordi, spendibile questa estate per una vacanza all’interno dei confini nazionali. A parte il fatto che famiglie con monoreddito (basso) necessiterebbero di aiuti concreti per la vita di ogni giorno e non certo di un bonus per andare a fare una vacanza che nemmeno se la possono permettere, la cifra ipotizzata resta esigua, considerando magari anche il fatto che una famiglia campione composta da 4 persone, 500 euro in una vacanza li spende solo per il vitto. E poi francamente pensiamo che quest’anno ben pochi italiani avranno voglia di recarsi in vacanza al mare, in montagna o nelle città d’arte e nei borghi d’Italia, visto il clima di paura che si è instaurato a seguito di questo Covid-19: forse per le vacanze ne riparleremo il prossimo anno… Quindi che senso ha questa proposta di un bonus vacanze per chi sceglierà di trascorrere la bella stagione in Italia? Un tax credit o credito d’imposta per le famiglie a reddito medio-basso per un valore fino all’80% della spesa e che potrà essere ceduto alla struttura che riceve la famiglia. In pratica, una sorta di detrazione fiscale. Assurdità di questo governo che pensa a cose inutili, un esecutivo che non risolve per niente i problemi reali di questo Paese che sarà alle prese (e in parte lo è già) con una crisi economica spaventosa. Altro che vacanze, altro che relax.

di Sansoni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: