Crea sito

Il Maestro, guida spirituale di una Comunità.

Maestro, una parola che ci riempie, che adorna il vuoto, che ci fa sognare magnificenze ed alte vette.Pur “sentendo” esattamente cosa rappresenti, nello stesso tempo, darne una esatta definizione è oltremodo arduo e difficoltoso a meno che non si voglia scivolare nel banale o nel mare dei luogo comune. Proviamoci, Maestro è cui che traccia un solco, colui che precede il nostro cammino, soprattutto colui che indica senza imposizioni il tragitto e la direzione. Il Maestro non impone, dà indicazioni, il Maestro non costringe, fornisce elementi. Il Maestro non dà certezze ma infonde sicurezza e visualizza il cammino per ognuno degli allievi. Un Maestro è ammirevole anche quando propone dubbi e incita al ragionamento per dissiparli. Il Maestro ti osserva, non giudica e quell’amorevole rimprovero assume un valore educativo che va oltre la retorica convenzione del giusto o sbagliato. Un Maestro può sbagliare poiché la ricerca della verità presuppone un percorso tortuoso e complesso. Gli errori, come suol dirsi, purificano l’anima e l’umiltà di accettarli costituisce un merito imprescindibile nella sua figura. Il Maestro riconosce i propri limiti e se afferma qualcosa lo fa usando il cuore, la mente e poi la propria competenza. Questa intenzionalità viene recepita positivamente dell’allievo che, con naturalezza, ne percepisce l’essenza riconoscendo in lui la capacità di trasmettere e di trasferire la propria conoscenza. Maestro è soprattutto colui che che lo è senza mai affermarlo. Il Maestro, questo allievo infinito.

LUDOVICO CICCARELLI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: