Crea sito

Irlanda del Nord, continuano le tensioni ed il cammino verso la Brexit di F.Bellan

Strascichi dopo gli scontri di un paio di settimane fa, culminati in attacchi con lanci di bottiglie molotov contro le forze di polizia da parte di elementi repubblicani: al momento cinque uomini sono accusati della responsabilità degli attacchi e di detenzione delle molotov.

Quel giorno a Lurgan, dopo gli scontri avvenuti in seguito ad un allarme bomba ed all’intervento della polizia, nella serata era stato anche interrotto il traffico ferroviario dopo che un furgone rubato era stato dato alle fiamme sulle rotaie nei pressi di un passaggio a livello.

Gli incidenti erano avvenuti pochi giorni dopo gli arresti di una decina di persone nell’ambito delle indagini sulla New IRA, tra i quali figura anche un medico palestinese. Determinante nell’operazione il ruolo di un infiltrato dei servizi segreti, l’MI5, all’interno di Saoradh, il partito considerato il braccio politico dei dissidenti repubblicani contrari al processo di pace.

In queste settimane i magistrati stanno confermando le accuse e convalidando gli arresti di quelli che sarebbero coinvolti nella New IRA, alle riunioni poste sotto controllo dai servizi di sicurezza avrebbero preso parte elementi dell’Army Council della formazione paramilitare repubblicana. Inoltre dalle indagini sarebbe emersa una collaborazione con una formazione mediorientale, oltre alla pianificazione di attacchi, finanziamenti ed addestramenti.

L’altro giorno a Bushmills, nella contea di Antrim, un uomo è stato oggetto di una punizione in stile paramilitare, dapprima assalito e quindi gambizzato da parte di uomini armati e mascherati con passamontagna.

Il capo della polizia, Simon Byrne, intanto ha indetto una conferenza stampa parlando degli scenari che potrebbero venire con l’imminente Brexit, che porterebbe anche un taglio degli effettivi nei ranghi della polizia. La Brexit che dovrebbe entrare in vigore a tutti gli effetti con il 2021, potrebbe essere fonte di ulteriori problemi in Irlanda del Nord, se un confine con la repubblica sarebbe visto come un ritorno sotto al dominio britannico da parte repubblicana, l’assenza di un confine sarebbe visto, non solo come una concessione all’IRA, ma come un vero e proprio tradimento da parte della comunità lealista, che sarebbe abbandonata a se stessa in un’Irlanda unita, seppur solo economicamente, grazie ad accordi con l’Unione Europea.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: