Crea sito

La NATO continua le sue provocazioni contro la Russia nel Mar Nero

La NATO ha deciso di aggravare le relazioni con la Russia inviando una nave di comando e controllo e una nave per tracciare i sottomarini ai confini.

L’Alleanza del Nord Atlantico ha deciso di rafforzare radicalmente la sua presenza vicino ai confini russi, inviando, oltre ai suoi aerei da ricognizione e da combattimento, anche una nave militare di comando e controllo per un attacco globale, nonché una nave da ricognizione HMS Enterprise per la ricerca di sottomarini nemici. Entrambe le navi si trovano praticamente vicino ai confini russi.

“Dopo il cacciatorpediniere missilistico della US Navy USS Roosevelt, che è entrato nel Mar Nero martedì, anche la nave da ricognizione della Royal Navy britannica HMS Enterprise si sta dirigendo nella stessa zona, secondo i dati del sistema di tracciamento internazionale delle navi AIS.
La nave da ricognizione, ufficialmente considerata una nave da ricognizione idrografica polivalente, è dotata di ecoscandagli multibeam e numerosi sensori trainati per raccogliere dati militari. Si prevede che entrerà nel Mar Nero mercoledì mattina ” – questo secondo l’agenzia di stampa russa” Interfax “.

Per quale scopo due navi NATO sono apparse nelle acque del Mar Nero – non è noto, tuttavia, gli esperti ritengono che ciò sia dovuto alle esercitazioni in corso “Kavkaz-2020”, a questo proposito, sono possibili anche probabili provocazioni da parte della NATO.

Nonostante l’emergere delle forze NATO ai confini russi, gli analisti richiamano l’attenzione sul fatto che le navi e gli aerei sono attivamente monitorati dai militari russi, che hanno il pieno controllo della situazione.

Fonte: Avia Pro.ru

Traduzine: Sergei Leonov

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: