Crea sito

Lei, un abbagliante raggio di luce in una piazza oscura di F. Borgia

Bologna, piazza Verdi, 26 aprile 1945.
Una ragazza presumibilmente appartenente al Servizio Ausiliario Femminile dell’Esercito Nazionale Repubblicano, è prigioniera dei partigiani, dopo essere stata frettolosamente giudicata colpevole da individui travestiti da giudici, viene condotta in una piazza del centro cittadino per il consueto dileggio a cui queste ausiliarie o semplicemente donne accusate di aver collaborato con i repubblicani o di essere state iscritte al PFR o per giunta, mamme o fidanzate di militari della RSI, erano sottoposte e lasciate alla mercé della massa ignorante formata anche dai soliti curiosi accorsi per l’evento, dopodiché, verrà rasata e fatta girare per le vie del quartiere per essere derisa e insultata. Verrà per un breve periodo incarcerata dove qualcuno l’attenderà per abusare del suo corpo. Poi, un plotone di eroi…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: