LIBERTA’ PER PAMELA

di Ludovico Ciccarelli

Sappiamo dei fatti della cgil. Sappiamo anche che i NOSTRI non sono imputabili dei fatti commessi in quanto estranei ma appositamente coinvolti da un sistema che,sin dal primo momento, non ha esitato ad individuare i colpevoli prima che venisse assodato che tutto fosse stato concordato con la digos. Ma ai magistrati non importa. E i NOSTRI rimangono dietro le sbarre. Tra di loro una donna, una madre di famiglia la cui colpevolezza è quella di credere nella facoltà di scelta e nella libertà della persona. Nella manifestazione viene aggredita dai celerini e colpita più volte al viso, tuttora permane nel carcere dove subisce ogni tipo di vessazione. Ognuno ha la facoltà di seguire il proprio destino e ognuno di NOI si assume le proprie responsabilità ma qui non ci siamo e non ci stiamo , PAMELA TESTA è colpevole di cosa? Di aver legittimamente manifestato per la libertà di ognuno di noi ? O forse è imputabile semplicemente in quanto appartenente ad una specifica area di espressione ?
LIBERTÀ per PAMELA, Libertà per tutti i fratelli reclusi !

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: