Crea sito

Mafiosi, immigrazione e affossamento delle Partite Iva di A.Sansoni

In piena emergenza coronavirus sembrerebbero queste, fra le tante, le tre priorità del governo in carica. Procediamo con ordine.Per quanto riguarda il tema del 41 bis, ovvero il carcere duro previsto per i reati di mafia, aveva destato molto scalpore l’idea del guardasigilli Alfonso Bonafede sulle scarcerazioni per motivi di salute, durante questo periodo di Covid-19, di boss mafiosi. In questo caso clamoroso il passo indietro del ministro che vale non solo come una sconfitta politica dello stesso, ma anche come un’ammissione di errore del precedente provvedimento di non poco conto. Il governo infatti ha approvato in fretta (quasi come per rimediare…) il decreto legge di Alfonso Bonafede che punta a far tornare in carcere i 376 mafiosi scarcerati nelle ultime settimane. Sono tutti detenuti al 41bis e nei regimi di alta sicurezza che hanno ottenuto i domiciliari grazie all’emergenza sanitaria.Poi ci si mette il ministro delle politiche agricole Teresa Bellanova: quasi come una ‘ripicca’, vuole la regolarizzazione di 600 mila clandestini con permessi di soggiorno temporanei per lavoratori agricoli e anche per le badanti irregolari. Ancora tutto in alto mare ma considerando le politiche di questo governo, non ci sarebbe da meravigliarsi se l’idea andasse in porto. Infine le Partite Iva:molti di queste cesseranno l’attività a causa di un’emergenza sanitaria nazionale che ha minato enon poco anche la solidità economica. Per questi, nulla di fatto, solo promesse governative mai mantenute degne dei peggiori spot elettorali. Insomma un’Italia che fa acqua da tutte le parti grazie alle misure di un governo sempre più distante dai reali problemi dei cittadini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: