Crea sito

MANIFESTO CONTRO GLI ABUSI DELLE POLIZIE E LA DITTATURA SANITARIA

DESTINATARI: GOVERNO – MINISTERO DELL’INTERNO – PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – PARLAMENTO

63 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l’obiettivo 100 firme. By Italia Futura · 01/06/2020 “clicca sul link a fondo articolo e partecipa”

Oltre mezzo secolo fa Pier Paolo Pasolini, riferendosi agli scontri di Valle Giulia, affermava che i poliziotti erano dei proletari che venivano aggrediti da figli di papà della borghesia romana. Non sappiamo se la fotografia di allora fosse questa, ma sappiamo con certezza che oggi è totalmente stravolta.

Le polizie italiane oggi non sono al servizio dei cittadini, nè a loro difesa o tutela, ma sono al servizio di uno Stato – da tempo svuotato della sua legittimità costituzionale – che ha calpestato ogni diritto e ogni libertà. Dietro la pandemia e l’emergenza Covid in Italia si è instaurata una vera dittatura sanitaria. Tirannia feroce che, oltre al terrorismo mediatico, spesso privo di riscontri obiettivi, si è servita di tutte le polizie, da quelle locali all’esercito. Oltre ad aver rinchiuso 60 milioni di connazionali agli arresti e averli privati di libertà (di studiare, lavorare, fare sport, andare a Messa) ha instaurato uno Stato di Polizia che, alla fine, vedrà la perdita di credibilità di ogni gerarchia: ciò produrrà esattamente il contrario di quanto oggi viene promesso e predicato dai responsabili di questo scempio.

Vi ricordate quando non c’erano i soldi per mettere la benzina dentro le volanti o non c’era la carta nei Commissariati per ricevere le denunce? Ma allora si correva dietro a mafiosi e clandestini che di molte protezioni godevano: adesso si tratta di rimangiarsi tutti gli sforzi di tutela dell’immagine delle forze dell’ordine ed i mezzi sembrano illimitati pur di colpire e limitare il popolo degli onesti, dei padri e delle madri di famiglia, di chi vuole lavorare e vorrebbe riportare la nazione al livello della sua storia e dei suoi valori.

Negli ultimi 100 giorni, milioni e milioni di italiani non hanno lavorato o hanno perso il lavoro. Mentre commercianti e partite iva fallivano, migliaia di poliziotti sono stati impegnati massivamente, facendo straordinari e assumendo poteri speciali sempre più pressanti ed arroganti.

Agli agenti sono stati prospettati privilegi e tutele, mentre in Italia si affermavano disoccupazione, precarietà e nuove povertà: sono stati assunti migliaia di agenti ai quali sono stati garantiti stipendi, straordinari e futuro. Così, migliaia di loro si sono trasformati in zelanti sceriffi di Nottingham, forti di decreti, leggi (incostituzionali) e di una paura diffusa. Non più tutori dell’ordine, ma veri signori del disordine sociale: diffuse le scene dove abbiamo visto molti uomini in divisa caricare, picchiare, reprimere chi osa contestare il regime e MULTARE MILIONI DI ITALIANI, LAVORATORI ONESTI, COMMERCIANTI, PENSIONATI.

Gli agenti oggi non sono né figli del popolo, né difensori della Nazione, ma meri esecutori di loschi e infami interessi dei poteri forti internazionali, che affamano popoli e nazioni e attaccano le libertà fondamentali. Quei poteri sanno che la battaglia più importante è qui, in Italia, dove un popolo di particolare intelligenza, sensibilità artistica e capacità tecniche risulta il più difficile da sottomettere a regole dettate dal capriccio dei potenti della Terra.

Chiediamo pertanto al Parlamento italiano che faccia cessare immediatamente tutte le attività repressive e anticostituzionali e che nessuna polizia interferisca mai più nelle libertà del popolo italiano.

PRIMI FIRMATARI

NINO GALLONI economista

ROBERTO FIORE politico

GIULIANO CASTELLINO direttore L’Italia Mensile

VINCENZO NARDULLI politico

MARCELLO SINIBALDI politico

CARLO TAORMINA avvocato

VITTORIO SGARBI politico

PAOLA DE PIN senatrice

DANIELE TRABUCCO costituzionalista

BALDASSARRE LAURIA avvocato

Tratto da:

https://www.citizengo.org/it/179967-manifesto-contro-gli-abusi-delle-polizie-e-dittatura-sanitaria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: