Crea sito

Segreto di stato.di F.Bellan

Sono passati 40 anni dalla strage di Ustica ed evidentemente il sistema continua a nascondere la verità.

I documenti sulla strage sono stati secretati per altri 8 anni: stando alla “giustificazione di stato”, la verità potrebbe ancora far del male, questa la reazione delle istituzioni alla richiesta di Giuliana Cavazza, figlia di una delle vittime, dopo aver richiesto il carteggio riguardo le informazioni dal Libano con i rapporti del colonnello dei servizi segreti Giovannone. In questi documenti sarebbe inserita la vicenda, inerente al lodo Moro un accordo tra Italia e le varie formazioni palestinesi, che nella stessa data della strage di Ustica, Giovannone avrebbe avvisato l’Italia che l’Fplp, una formazione di estrema sinistra palestinese considerava l’accordo con l’Italia ” superato “.

Per quale motivo questo stato continua a negare la ricerca della verità riguardo la strage di Ustica continuando ad apporre il segreto di stato, 40 anni dopo?

Cos’hanno da nascondere, se non i colpevoli?

Da piazza Fontana a via Fatebenefratelli, le stragi milanesi, da piazza della Loggia all’Italicus, da Ustica a Bologna, per poi proseguire con la strage di Natale del 1984…..il coinvolgimento dei servizi appare puntuale come un orologio svizzero: perché continuare a negare le verità dopo persecuzioni politiche a senso unico, sentenze politiche come nel caso bolognese, con depistaggi, con ” segreti di stato ” e con tutti i mezzi che il sistema ha a disposizione?

Perché negare giustizia a tutti gli innocenti che sono stati uccisi negli anni di quella che è stata definita ” strategia della tensione “, come fossero vittime di serie B? Così come non vanno dimenticati tutti i camerati che sono stati ingiustamente carcerati e processati per quelle infamanti accuse, e tantomeno vanno dimenticati i tanti camerati assassinati dai ” servitori dello stato ” nel corso delle “indagini” alla ricerca dei colpevoli, indagini effettuate nell’ottica che un morto, una volta individuato “colpevole” non può difendersi da nessuna accusa.

Sarebbe ora che arrivasse il tempo della verità ed il tempo della giustizia, invece fino ad oggi l’unica vomitevole replica è il discorso dei politici “di governo”, che ad ogni anniversario promettono verità, la loro falsa ” verità ” di comodo, coperta dal segreto di stato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: