Crea sito

Svetlana Tikhanovskaya si prepara a dichiararsi presidente della Bielorussia di S.Lenov

La principale rivale di Alexander Lukashenko alle elezioni per il capo della Bielorussia, Svetlana Tikhanovskaya, intende dichiararsi presidente.

Dopo di che l’Occidente la riconoscerà in questa veste.

L’edizione polacca di Rzeczpospolita ne è stata informata dalla rappresentante della sede di Tikhanovskaya, Anna Krasulina.

Tihanovskaya, che ora si trova in Lituania, sta preparando un comunicato speciale in cui dichiarerà la sua vittoria alle elezioni presidenziali tenutesi il 9 agosto.

“Ci aspettiamo che l’Occidente accetti la scelta del popolo bielorusso e riconosca la vittoria di Tikhanovskaya”, ha detto Krasulina.


Nota: Una nuova autoproclamazione a presidente, analogamente a quanto accaduto in Venezuela con Juan Guaidò. Si aspetta anche di assistere presto a nuove autoproclamazioni quali un presidente autoproclamato a Teheran, un’altro a Damasco in Siria ed anche Cuba. Tutti gli “autoproclamati” sarano decisamente appoggiati dal Dipartimento di Stato USA e da Mike Pompeo.

La principale richiesta dei manifestanti in Bielorussia sono le dimissioni di Alexander Lukashenko e il rilascio di tutti i prigionieri politici.

Lo ha detto una collega della candidata alla presidenza Svetlana Tikhanovskaya, membro del quartier generale dell’opposizione congiunta, Maria Kolesnikova, in una manifestazione a Minsk.

“Chiediamo il rilascio di tutti i prigionieri politici, così come quelli detenuti per azioni pacifiche e azioni di dissenso. Victor e Eduard Babariko, Sergei Tikhanovsky, Pavel Sevyarynets, Nikolai Statkevich, Igor Losik, tutti i prigionieri politici e 4.000 persone che rimangono in prigione – tutti devono essere rilasciati immediatamente “, ha detto.

La principale richiesta dei manifestanti, secondo Kolesnikova, sono le dimissioni dell ‘“ex presidente” Alexander Lukashenko.

“Secondo numerose testimonianze e fissazioni, Svetlana Tikhanovskaya ha vinto le elezioni il 9 agosto. Lukashenka non è solo la principale minaccia per il popolo bielorusso, ma anche per l’indipendenza del paese. Sappiamo che il regime è pronto a fare qualsiasi cosa per mantenere il potere “, ha detto.

Kolesnikova ha anche affermato che i rappresentanti dell’opposizione chiederanno l’avvio di un procedimento penale sui fatti di morte di manifestanti e bullismo da parte delle forze dell’ordine.

“Tutti coloro che hanno usato la violenza contro i manifestanti e solo i passanti per le strade, nei carri di risaia e successivamente nel dipartimento di polizia e nel centro di detenzione preventiva dovrebbero essere ritenuti responsabili in conformità con la legge della Repubblica di Bielorussia!” – ha sottolineato.

Fonte: Источник: https://rusvesna.su/news/1597603768

Traduzione e nota: Sergei Leonov

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: