Crea sito

Trieste in piazza contro il business immigrazione.di F Bellan

Sabato 12 settembre a Trieste si è tenuta una manifestazione indetta da Son Giusto contro il business immigrazione e contro l’invasione dell’Italia attraverso la rotta balcanica e via mare.

Tra i numerosi oratori anche un rappresentante di Verona ai veronesi, presente con una delegazione all’iniziativa triestina.

Da segnalare, dagli interventi, come il rappresentante della principale associazione pro accoglienza di Trieste sia anche alla vicepresidenza di un’altra associazione “nazionale” impegnata nella tutela dei cosiddetti “profughi”, un’associazione sponsorizzata da Soros, il filantropo miliardario, responsabile della speculazione finanziaria sull’economia italiana del 1992, impegnato nell’edificazione della ” società aperta”, quella società aperta basata su società multirazziale, lobby lgbt, distruzione della famiglia intesa come primo nucleo sociale, educazione gender e pianificazione delle nascite, oltre ad essere anche sponsor del Black Lives Matter e dell’Antifa.

Il comportamento del giornale di Trieste, un piccolo giornale famoso per le grandi bugie, tanto da essere comunemente denominato dai triestini come “il bugiardello”, ancora una volta è stato “esemplare”.

Per due giorni impegnati a vedere neonazisti dappertutto, salvo poi ridimensionare i numeri dei partecipanti ad una manifestazione che ha visto semplicemente la partecipazione della gente che non ne può più dell’immigrazione e del business ad essa collegato.

I ” politicamente corretti ” non digeriscono il fatto che ci sia gente che non la pensa come loro, e che non crede alle loro teorie.

Per “lorsignori” scendere a protestare in piazza contro il business immigrazione e contro l’invasione non va bene, e quindi avanti con le loro farneticazioni e menzogne.

Se sperano di riuscire con i loro trucchi a spegnere la fiamma della protesta accesa ieri possono continuare così, con le loro visioni e con i loro deliri: chissenefrega!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: