UN PO’ DI CONFUSIONE

di Ludovico Ciccarelli

L’area,come avete visto,si è divisa tra sostenitori Ucraina e pro Putin. Da una parte i nazisti ucraini(che nazisti ovviamente non sono) e dall’altra l’invasore,il cattivo di turno che, precedentemente, era osannato dai destrini nazionali. La posizione della Comunità di Avanguardia, a tal proposito,è stata chiara dall’inizio: non ci si schiera né con l’uno e né con l’altro perché altro è il nostro pensiero e il nostro intendimento, un’idea di Europa Nazione troppo distante da posizioni bolsceviche-balcaniche.
Non discutiamo sul destino di un popolo che,aggredito, legittimamente,cerca di opporre resistenza lottando per il destino del proprio paese. È cosa bella e giusta. Ma, ahimè, bisogna distinguere la parte etica da quella politica. Stiamo assistendo ad una guerra tra America e Russia al cui interno c’è la questione Ucraina che geograficamente e storicamente è troppo vicina alla Russia. E,ciliegina sulla torta, troppo preponderante sussiste il problema Nato, l’assopigliatutto del pianeta,l’organismo dedito a distribuire”pace”nel mondo. Non si può essere dalla parte dell’Ucraina(che sarebbe comunque legittimo)e ignorare che,voilà, dietro ci sono gli Usa e la Nato. Non si può scindere questo connubio, per questo bisogna essere molto cauti prima di conferire delle appartenenze perché cadi in un baratro colmo di contraddizioni e paradossi che la metà basta. Siamo si sempre dalla parte del popolo che lotta per la propria salvaguardia ma non possiamo ignorare cosa e chi c’è dietro perché altrimenti forse è meglio andare a giocare a ping pong che occuparsi di politica.

LUDOVICO CICCARELLI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: