Crea sito

UNA DOMANDA E UN AUSPICIO di A.Sinagra

Lo scorso aprile (se ricordo bene) chiedevo alla fortunosa Ministro Luciana Lamorgese se il marito avesse cittadinanza extracomunitaria e se fosse vero che i figli (uno o tutti) si occupassero di accoglienza di clandestini.
Non ho mai avuto alcuna risposta.
Una cortese amica mi informò che il marito è cittadino italiano, virologo in pensione presso l’ospedale di Viterbo.
Con mio successivo post detti atto di questo, ma non ho mai ricevuto risposta né dalla predetta Signora e né da altri di cosa si occupino i figli.
Torno a rivolgere la domanda alla ineffabile Luciana Lamorgese, precisandola nel senso di sapere se per caso i figli non si trovino in qualche Stato africano a dare aiuto e assistenza a chi là davvero muore, e muore di fame come ci fanno vedere le foto agghiaccianti di bambini scheletriti in braccio a madri altrettanto scheletrite.
Non so se questa donna crede in Dio o meno, ma sono certo a un Dio dovrà rispondere di quello che fa in complicità con i suoi sodali Giuseppe Conte e Roberto Speranza, consentendo l’ingresso indiscriminato di clandestini finti naufraghi affetti da Covid e con questo rendendosi responsabili tutti e tre di provocare consapevolmente il ritorno del contagio in Italia.
Per questo unitamente all’Avvocato Alfredo Lonoce li ho denunciati.
Se la donna in questione non vuole rispondere a me o se ne frega di Dio, dovrà rispondere al PM Dott. Giorgio Orano e al Tribunale dei Ministri.
AUGUSTO SINAGRA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: