Zangrillo denuncia la truffa del coronavirus orchestrata da Conte, Speranza e scienziati dell’OMS!

Inizio ad averne le palle piene. Mi aspetto che il Comitato tecnico scientifico dica la verità. Con queste dure parole il primario Zangrillo sbotta contro gli scienziati del terrore con cui Giuseppe Conte ha alimentato la sua tirannia negli ultimi sei mesi. Uscite tranquillamente, riprendete a vivere, andate al ristorante, andate in banca, andate in vacanza. Se entrate in un locale chiuso, mettete la mascherina, ma continuate a vivere più di prima”.

Se no, le conseguenze potrebbero essere importanti: “La società non parte e Conte tra due anni, se c’è ancora, dovrà chiederne 800 di miliardi. Dall’inizio cerco di dire quello che osservo e inizio ad averne le palle piene. È evidente quello che accade: se oggi noi in Lombardia abbiamo un morto dichiarato per Covid, vuol dire che non sta succedendo nulla. Punto. Poi possiamo costruire tutte le favole che volete.
Non sempre, infatti, il Sars-CoV-2 è risultato il vero responsabile della morte dei pazienti affetti dal virus: in diversi casi a causare la morte sono state altre patologie o altre cause. Se uno muore a causa di un grave incidente, il responsabile quindi non può essere il Covid-19, nonostante il paziente ne sia risultato affetto. E’ stato utilizzato “un modo di comunicare scorretto lontano dalla realtà.

Queste sono le parole del primario Zangrillo alla trasmissione di ieri sera su La7 condotta da Luca Telese. Zangrillo, senza mezzi termini, descrive quella che si può considerare una truffa ai danni del popolo italiano da parte di un governo e di un gruppo di folli scienziati affiliati ad una organizzazione internazionale come l’OMS che hanno mentito ripetutamente alla gente, aggravando oltre misura la reale portata dell’epidemia. Per sostenere le loro falsità hanno attribuito ogni decesso avvenuto negli ospedali al virus quando la causa della morte era altra!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: